Se tu fossi qui. Forse è meglio di no...


Un altro libro in finale del premio Campiello 2011 è "Se tu fossi qui" di Maria Pia Ammirati. E' la storia di un uomo che una mattina si sveglia e trova la moglie morta nel letto. Non è un omicidio, è una morte naturale ma del tutto inaspettata: il marito, Matteo, non sapeva nulla della malattia della moglie e, nel corso della storia, si scopre che questo uomo, marito e padre di due bimbe piccole, era all'oscuro di molte cose. Forse la parte più originale del libro sono i preparativi del funerale: la gestione pratica, i contatti con le pompe funebri, l'incapacità di Matteo. La parte debole sta nella narrazione, del tutto affidata alla prima persona di Matteo che riporta tutto quello che succede, ci accompagna anche nel racconto del personaggio più bello del romanzo e cioè sua madre: questa scelta rende il tutto pesante e macchinoso, come l'incipit che è veramente da dimenticare.

INSTAGRAM FEED

@lepancherosse.dellamarcopolo