Vendere libri usati

Ecco cosa significa andare a vendere i propri libri in una libreria dell'usato.


I soldi finirono un venerdì di luglio. Dovendo affrontare un fine settimana con Julia, che poteva costargli quindici dollari solo al bar del cinema, fece incetta di marxisti dalla sua libreria e li portò allo Strand in due borse pesantissime. I libri avevano le sopraccoperte originali e gli erano costati in tutto $3900. Un commesso li valutò con noncuranza ed espresse il suo verdetto:
 - Sessantacinque.
Chip fece una risatina forzata, imponendosi di non discutere; ma l'edizione britannica di Razionalità nell'azione e nazionalizzazione sociale di Jurgen Habermas, che aveva trovato troppo difficile da leggere, figuriamoci da annotare, era nuova di zecca e gli era costata £95.00. Non poté fare a meno di indicarla come esempio.
    - Provi da un'altra parte, se vuole, - disse il commesso, esitando con la mano alzata sopra il registratore di cassa.
    - No, no, ha ragione, - disse Chip – Sessantacinque va benissimo.
Era pietosamente ovvio che aveva creduto di ricavare centinaia di dollari da quei libri.

da Le correzioni di Jonathan Franzen


INSTAGRAM FEED

@lepancherosse.dellamarcopolo