Il libraio suona sempre due volte, Therese-Profumi per la mente: dieci anni di libreria a cura di Matteo Eremo

I due librai, i due Davide, li ho conosciuti quando sono venuti a Venezia per lo spettacolo "Il libraio suona sempre due volte".
Ne avevo sentito parlare di questo spettacolo, me ne ero fatta un'idea ma la realtà ha superato di molto la mia immaginazione: sono stato travolto dalla loro capacità di coinvolgere, dal loro entusiasmo.
Sono stati bravissimi a consigliare e a sintetizzare in poche battute un buon motivo, anzi un ottimo motivo per leggere un libro. Hanno avuto il coraggio di mettersi in gioco, non di stare su un palco come attori ma di mostrarsi come librai, con i loro gusti e la loro personalità.
Alla fine dello spettacolo, nonostante faccia il libraio e fossi stato io ad invitarli a Venezia, mi sono ritrovato con gli altri spettatori in coda ad acquistare due libri che avevano "rappresentato" quella serata.
Dopo lo spettacolo, a cena, la forza e l'entusiamo dei due non è scemato, è solo mutato: dai libri alle librerie, dall'oggetto e dalle storie ai progetti e alle lotte. Da quella serata sono uscito con un misto di ammirazione e di incoraggiamento; ammirazione per quello che hanno fatto e stanno facendo, incoraggiamento perchè sono la dimostrazione vivente che un'altra libreria è possibile.

In questo libro è raccolta la loro storia, la storia di due persone che in diverso modo e con diverse motivazioni, diventano librai, di due librai che poi si incontrano e che, invece di unire le loro forze, le moltiplicano, le elevano a potenza.

Questo libro è molto utile per chi i libri li vende: non è un manuale, non racconta cosa bisogna fare, racconta, semplicemente, cosa loro hanno fatto, i loro inizi, i loro insuccessi e i loro successi. Non serve copiarli, non bisogna prendere quello che hanno fatto come una best-practice e riproporla in tutte le librerie perchè per farla funzionare non basta capire cosa loro hanno fatto, forse è necessario essere loro. Il modo giusto di usare questo libro è di coglierne lo spirito: continuo cambiamento, progetti non canonci, velocità di realizzazione e tanta tanta passione per libri e lettori.

Questo libro è importante anche per chi i libri li compra: è forse il segreto svelato per capire la differenza fra comprare in libreria o da altre parti. Di solito si dice che è importante comprare nelle librerie indipendenti, che sono quelle che devono essere "protette", "salvate", "tutelate" e un modo sta nello scegliere queste librerie piuttosto che altre. Spesso però questa caratteristica di indipendenza diventa poco sentita e poco significativa. Dopo questo libro bisogna cambiare: andate a comprare nelle librerie che sono come Therese-Profumi per la mente. Questa è una caratteristica forte, che distingue solo alcune librerie da tutte le altre.

INSTAGRAM FEED

@lepancherosse.dellamarcopolo