Bastaddi di Stefano Amato

Che cos'è "Bastaddi", il nuovo romanzo di Stefano Amato, pubblicato da Marcos y Marcos? Se ci lasciamo guidare dalla quarta di copertina o dall'"omaggio" iniziale, si potrebbe pensare sia un Grazie con dedica speciale a quel fottuto genio di Quentin Tarantino e, in particolare, al suo "Bastardi Senza Gloria". Certo, tutto vero! Ma se tenessimo quest'indicazione editoriale come stella polare, ci risulterebbe difficile accorgersi di ben altro. E infatti questo è un libro di contrasti e speranze, di lotte quotidiane per sopravvivere e di morti ammazzati che richiamano alla memoria altri morti ammazzati. In questo libro colpisce soprattutto l'insieme di contrasti cromatici: il palcoscenico è la Sicilia, terra assolata ed arsa dal sole, delimitata dai muretti a secco, sentinelle ancestrali delle ferite di questa terra martoriata. Ma il lettore viene accompagnato in topaie sotterrane dove si stringono alleanze e si compiono mattanze, in casolari bui e decrepiti, dove i mafiosi braccati cercano un pò di respiro, in sale cinematografiche vecchie e cariche di odori stantii, dove si compiono atroci vendette. E' la stessa terra di accoglienza e speranza dove si muove Carla insieme a Mohammed. Lei, donna a cui hanno sterminato la famiglia in uno scantinato quand'era ancora una bambina. Lui, un africano venuto a cercar fortuna e futuro sull'altra sponda di questo nostro Mediterraneo, sempre più cimitero anzichè culla di civiltà diverse che si incontrano. In questo panorama variegato e carico di contrasti, il tenente Ranieri e i suoi otto bastardi ci faranno gustare il sapore del sangue e della vendetta. Ma leggere questo libro è anche tenere acceso il ricordo di forte impegno civile e politico di persone come Falcone, Borsellino, Giuseppe Impastato e Giuseppe Fava. Leggere questo libro è anche credere che, prima o poi, magari grazie anche al nostro impegno quotidiano, e a quello di otto bastardi mascherati, il potere della mafia vedra' la fine.

Stefano Amato
Bastaddi
© Marcos y Marcos
pp 232 €16,00 

INSTAGRAM FEED

@lepancherosse.dellamarcopolo