MYSTERIOUS SKIN di Scott Heim


Durante la prima settimana imparai il suo nome e nella stessa frase sentii anche la parola finocchio. Seguivamo insieme due corsi. Nei dibattiti dell'ora di Educazione Civica, fissavo lui invece degli appunti sulla Costituzione che il signor Stein scriveva alla lavagna. Dopo la scuola Neil correva verso la sua Impala, come se scappasse da un edificio in fiamme.

I libri non raccontano solo storie. La vita è sicuramente complicata ma, per certi versi, è un po' più semplice, quando ognuno di noi può contare su libri, film, musica per setacciare la realtà e rendersi conto che non si è i soli e che un posto a una tavola c'è, soprattutto quando si è adolescenti. La fortuna oggi è la possibilità di trovarne pronta mano.
 

Mysterious skin è fatto di cinque voci in prima persona e tre colori. Brian, Neil, Wendy, Deborah, Eric, Blu, Grigio, Bianco. Voci di ragazzini e colori a scandire il tempo che passa e conserva anche ciò che non si ricorda. Tutto ruota intorno a Brian e Neil, un'estate si ritrovano nella stessa squadra di baseball e per il loro allenatore sono giocatori speciali. Neil vive un amore che lo rende sempre più consapevole di ciò che è e forte davanti alla vita, Brian rimane immobile dietro una porta grigia. Passano dieci anni e li ritroviamo maggiorenni, Brian non ricorda nulla e Neil è la chiave di quella porta chiusa.

Questa volta passò il mio dito sulle sue spalle, come se cercasse di cancellare una macchia indelebile. Mysterious skin è fatto di tanti come, è un'educazione sentimentale e non è un libro semplice. Lasciamolo leggere anche agli adolescenti.

Nota non a margine, i libri Playground sono molto comodi da leggere.



Mysterious skin

di Scott Heim
traduzione di Carlotta Scarlata

pagine 276, € 16
Playground Libri


INSTAGRAM FEED

@lepancherosse.dellamarcopolo