TUTTO IL NOSTRO SANGUE di Sara Taylor


Il romanzo si apre con un doppio albero genealogico e già si capisce che le cose si complicano. A un certo punto ho smesso di seguirlo e mi sono lasciato trasportare dai vari capitoli: ognuno è la storia di questa intricata genealogia, con salti avanti e indietro nel tempo, con personaggi che ritornano più giovani o più vecchi.

Il titolo originale è The Shore, così vengono indicate queste lunghe e strette isole sulla costa est degli Stati Uniti: ci sono i granchi, le ostriche e le fabbriche, tante, per la macellazione e lavorazione dei polli. E il sangue. Quello del titolo italiano è il sangue delle donne: in ogni capitolo, le donne, poco più che bambine, giovani o anziane, sono il bersaglio di violenze senza ragione, senza pietà da parte degli uomini che vivono loro vicino. La differenza fra le varie figure femminili è solo fra quelle che le prendono e basta e quelle che reagiscono.

Quando la notizia dell'omicidio si sparge, sono da Matthew's a comprare colli di pollo per andare a pescare granchi con la mia sorellina Renee. Non abbiamo granché da mangiare a casa, ma siamo riuscite a racimolare un dollaro e sessantatré centesimi in monetine, e abbiamod eciso che il modo migliore per riempirci la pancia con una somma del genere è pescare granchi che sono gratis. Di solito la nostra esca sono le croste di pancetta, ma questa volta le abbiamo già mangiate.

Ciò che tutte le storie hanno in comune è una casa, che rimane in piedi e resiste al tempo.

È
una piccola costruzione, casa nostra, con una stanza al piano terra e due camere al piano superiore e una veranda per ogni camera; stando a ciò che dicono compagnia elettrica e fisco, questa casa non esiste.


Tutto il nostro sangue
entra dentro piano, un capitolo alla volta, con la voglia di capire a chi appartengono i nomi, nomi che diventano nodi, nodi che man mano si sciolgono. È allora che sembra quasi inevitabile che la storia non si fermi al passato e al presente, ma che si avventuri anche nel futuro, e si dovrà passare attraverso l'apocalisse per trovare un uomo che usi con una donna dolcezza e non violenza.


Tutto il nostro sangue
di Sara Taylor
tradotto da Nicola Manuppelli
design di Riccardo Falcinelli
pagina 337, 18 €
minimum fax 2016


INSTAGRAM FEED

@lepancherosse.dellamarcopolo