IL SUONO DEL MONDO A MEMORIA di Giacomo Bevilacqua


Di Il suono del mondo a memoria non posso dire molto, anche se c'è tanto da dire, per non rovinare il piacere, la nostalgia della sorpresa che ogni lettore incontra a un certo punto della lettura. Quindi vi dico solo che è una graphic novel, che si svolge a New York, che Sam, il protagonista, fa il fotografo, beve caffè americano ed è un gran figo. Riporto anche un pezzettino in cui ci sono New York, la sua luce e un po' di meraviglioso spleen.

(...) C'era un Cafè, sulla Quindicesima, dove andavo spesso.
Il decaffeinato non era particolarmente buono
i biscotti non erano particolarmente degni di nota
non ho ricordi precisi degli avventori,
né delle persone che ci lavoravano

Ma allora perché ci tornavo?
Credo che fosse perché
esattamente dall'altra parte della strada c'era un vicolo,
un vicolo stretto
tra i palazzi.
Un vicolo in cui il sole d'inverno riusciva, scendendo,
a infilarsi in maniera estremamente prepotente,
e a raggiungere la mia schiena.

Credo che fosse solo per quello.

Per il calore stretto di un sole
sulla mia schiena.


Buona lettura!




Il suono del mondo a memoria

di Giacomo Bevilacqua
Bao Publishing 2016

INSTAGRAM FEED

@lepancherosse.dellamarcopolo