Claudia Rankine alla MarcoPolo


Martedì 16 maggio alle 20 alla MarcoPolo

Claudia Rankine presenta il suo libro

CITIZEN
una lirica americana
66thand2nd Editore

Incontro con traduzione a cura di Carla Toffolo

Cosa significa essere un cittadino nella società “post-razziale”?
Mescolando immagini, saggistica, poesia e critica culturale, Claudia Rankine affronta la questione a viso aperto con Citizen, un libro devastante e assolutamente originale. In quest’opera pluripremiata la poetessa americana indaga le varie forme in cui il razzismo continua a pervadere la società e la cultura statunitense, costringendo all’invisibilità politica un importante segmento della sua popolazione.
Continue aggressioni verbali ricorrono nei media e nella vita quotidiana: da quelle che superficialmente escono dalle bocche di razzisti inconsapevoli a quelle -violente e deliberate - che si sentono nelle scuole, nei supermercati, in televisione, nei campi da tennis dove gioca Serena Williams, negli stadi in cui ha corso Zinedine Zidane e in ogni tipo di sport.
Tensioni che continuano ad accumularsi, limitando la possibilità dei cittadini neri di esprimersi e partecipare alla vita sociale.
Citizen è un libro importante e attualissimo: uno strumento fondamentale nella discussione sullo stato del razzismo negli Stati Uniti d’America all’alba della presidenza Trump.

Claudia Rankine è nata in Giamaica nel 1963 e ha studiato negli Stati Uniti. Membro onorario della Academy of American Poets e vincitrice del prestigioso Jackson Poetry Prize, ha pubblicato quattro libri. Vive in America, dove insegna al Pomona College


INGRESSO LIBERO
sino a esaurimento posti
Libreria MarcoPolo
Campo Santa Margherita 2899
libreriamarcopolo.com
041 822 48 43


INSTAGRAM FEED

@lepancherosse.dellamarcopolo