Andrea Segre alla MarcoPolo-Giudecca - sabato 28 aprile


Sabato 28 aprile alle 20
alla MarcoPolo-Giudecca
Andrea Segre presenta
La terra scivola
Marsilio editori
«E scavi, scavi ancora un po' di più dentro la terra, che magari arrivi dall'altra parte del mondo e lì c'è ancora casa»

Un grande buco, una voragine, si apre una notte, silenziosamente, in una strada di Torpignattara, a Roma, proprio di fronte al condominio dove abitano Francesca e Yasmine. Francesca viene da Padova e occupa l’appartamento di sua zia Ada, che sta male ed è in ospedale: è scesa a Roma per poterla finalmente conoscere, prima che sia troppo tardi. Yasmine, moglie e madre, è arrivata anni prima dal Bangladesh. Le due si incontrano, si parlano, diventano amiche. Il grande buco intanto rimane lì, sotto la loro casa. Gli abitanti del quartiere ci guardano dentro, cauti: ma che cosa ci sia sotto, ma dove porti, non si capisce. All’inferno? Dall’altra parte del pianeta? Francesca e Yasmine provano a capirlo insieme. Nella vita di entrambe ci sono dei vuoti, delle mancanze, dei buchi. Qualcosa si svelerà, non tutto. Anche la voragine là fuori, in strada, non racconterà tutti i suoi segreti. Ma le vite troveranno un nuovo e un ulteriore senso.
Con una voce straordinariamente affettuosa, e straordinariamente coinvolgente, Andrea Segre racconta una storia delicata e difficile. L’intero quartiere di Torpignattara, una folla di personaggi che provengono da tutto il mondo, e tutto il mondo ricreano a Torpignattara, è convocato: quasi come un coro, infimo e sradicato, ma dal canto potente.

Andrea Segre
(Dolo, Venezia, 1976; residente a Roma) regista di film e documentari per il cinema e la televisione, è anche dottore di ricerca in Sociologia della comunicazione. Da più di dieci anni presta particolare attenzione al tema delle migrazioni ed è socio fondatore di ZaLab. Oltre a numerosi documentari, ha diretto tre lungometraggi, tutti prodotti da Jolefilm: Io sono Li (candidato a quattro David di Donatello, vincitore di decine di premi internazionali, tra cui il Premio Lux del Parlamento europeo, e distribuito in oltre 45 paesi), La prima neve (sezione Orizzonti della 70a Mostra internazionale del cinema di Venezia e vincitore del Festival di Annecy) e L’ordine delle cose (selezione ufficiale della 74a Mostra
internazionale del cinema di Venezia). Nel 2015, per Marsilio, ha pubblicato il libro FuoriRotta. Da
quattordici anni vive a Roma, tra Torpignattara e Piazza Vittorio. Questo è il suo primo romanzo.

INGRESSO LIBERO
sino a esaurimento posti
Libreria MarcoPolo-Giudecca 282
Fondamenta del Ponte Piccolo

Per informazioni
0418473867
books@libreriamarcopolo.com
www.libreriamarcopolo.com

INSTAGRAM FEED

@lepancherosse.dellamarcopolo